Salute Notizie del 27 Maggio 2014

simitSi è aperta domenica a Roma e durerà fino al 27 maggio la VI edizione di ICAR (Italian Conference on AIDS and Retrovirus), promosso da SIMIT (Società Italiana Malattie Infettive e Tropicali). Il congresso propone un inedito e tridimensionale approccio tra scienza di base, ricerca diagnostico-clinica, competenze delle associazioni di pazienti e/o delle comunità colpite dall’HIV. In questi ultimi anni il numero di nuove diagnosi di infezione da HIV si è stabilizzato su circa 4000 nuovi casi all’anno. E’ possibile stimare che circa 150mila persone in Italia siano sieropositive. Preoccupa il fatto he l’età in cui viene posta la diagnosi sia sempre più alta con una età mediana di 38 anni per i maschi e di 36 anni per le femmine. Questo dato si accompagna alla conferma che la diagnosi viene posta sempre più frequentemente troppo tardi.
La Danimarca sarà la prima nazione che creerà quelle che sono state ribattezzate le cliniche dello stress. Si tratta di strutture sanitarie in cui personale specializzato aiuterà a guarire tutti i soggetti stressati e colpiti da disturbi correlati allo stress, come ansia e attacchi di panico.
In Danimarca è stressata una persona su tre, e per questo a Copenaghen verranno stanziati 1,6 milioni di corone per creare tali centri specializzati. I soggetti ansiosi o che soffrono di patologie dovute allo stress verranno sottoposti a sedute di psicoterapia presso le suddette cliniche dello stress.
La notizia è stata riportata dal vicesindaco di Copenaghen, sottolineando: “I soldi per le cliniche ce li darà il Governo, nell’ambito del nuovo piano sanitario”.
L’ospedale Bambino Gesù realizzerà nel Lazio il primo hospice pediatrico. L’intesa è stata raggiunta tra Regione Lazio e la struttura ospedaliera e ufficializzata in un decreto a firma del presidente Nicola Zingaretti. Il nuovo hospice potrà contare su 10 posti letto e 40 domiciliari. Alla nuova struttura sarà riconosciuta la funzione di Centro di riferimento di cure palliative e terapia del dolore pediatrico e in questo ruolo sarà punto di riferimento clinico, organizzativo, di formazione e ricerca per il funzionamento e sostegno della rete regionale di terapia del dolore e cure palliative pediatriche.

 

 

Salute Notizie 22 Aprile 2014

stressLo stress causa diversi problemi di salute. Non solo: è contagioso. Lo rivela una ricerca condotta dagli scienziati dei centri di ricerca tedeschi di Dresda e Lipsia, secondo cui una persona rilassata può stressarsi anche solo osservando o essendo vicina a un’altra sotto tensione. Secondo quanto osservato dagli scienziati del Max-Planck-Institut per le scienze cognitive e neurologiche e ai colleghi del Politecnico di Dresda, già seguire con lo sguardo una persona sotto pressione può far aumentare la produzione di cortisolo, l’ormone dello stress. Insomma, stare alla larga dalle persone nervose, negative, stressate, è cosa buona e giusta. E’ utile invece essere positivi e fare il possibile per circondarsi di persone che siano portatrici a loro volta di positività. Da notare che anche i programmi televisivi che parlano di disgrazie possono aumentare i livelli di stress negli spettatori.

Arriva in Italia una terapia innovativa in gel contro la cheratosi attinica, che nel nostro paese colpisce 400mila persone, ma che viene diagnosticata solo nel 44% dei casi.
Questo nonostante la malattia causata dall’esposizione al sole posa degenerare in forme tumorali della pelle. Con questa nuova terapia basterà applicare sulla pelle colpita da questa lesione precancerosa un gel a base di ingenolo mebutato, una volta al giorno per due-tre giorni di seguito. Il farmaco ha ricevuto l’Ok dell’FDA e dell’EMA e adesso arriva in Italia, rimborsato dal Sistema Sanitario Nazionale. Secondo gli esperti, i principali vantaggi di questo prodotto consistono nella breve durata della terapia, che facilita la compliance e nell’efficacia anche a lungo termine. Obiettivo della terapia della cheratosi attinica è ridurre il numero di lesioni e prevenire il rischio di progressione in carcinoma a cellule squamose invasivo.

Le Regioni battono cassa per gli indennizzi danni da trasfusione o vaccini. La Conferenza delle Regioni e delle province autonome ha approvato un ordine del giorno in merito al problema del mancato finanziamento da parte dello stato degli oneri per garantire il pagamento degli indennizzi previsti dalla Legge 210/1992. L’Ordine del Giorno è stato già presentato al Governo in sedi Conferenza Stato – Regioni e nell’occasione le Regioni hanno chiesto la convocazione, entro il mese di maggio, di una riunione straordinaria della Conferenz, a carattere monotematico, nella quale definire le questioni urgenti riportate nel documento. Nell’ordine del giorno le Regioni ricordano come “lo Stato, a partire dall’anno 2012, non ha più provveduto allo stanziamento dell’apposito finanziamento, da ripartire alle Regioni e alle Province Autonome e non ha mai individuato e corrisposto le risorse utili al riconoscimento degli arretrati.

 

Stress, l’analisi dei capelli dice della salute del cuore

Di Francesca Fiorentino, www.enxerio.com

capelli-e-stressGuarda che capelli hai e ti dirò come funziona il tuo cuore. E’ quanto stabilito da uno studio condotto su oltre 280 anziani, pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism (JCEM). In sostanza lo stress cui siamo esposti nel tempo resta impresso sulla lunghezza del capello e misurandolo si può calcolare il rischio cardiovascolare di una persona. Dunque l’esame accurato del cortisolo, l’ormone dello stress, contenuto in un capello può verosimilmente stabilire il grado di salute cardiaca di un individuo. La ricerca porta la firma dell’equipe medica della dottoressa Laura Manenschijn dell’università Erasmo di Rotterdam. Sono stati in particolare gli ultimi tre centimetri del capello, quelli più vicini al cuoio capelluto, ad interessare maggiormente gli esperti, notando che quella breve sezione riassuma lo stress cui è stata sottoposta la persona nei tre mesi precedenti l’esame, con un’accuratezza migliore rispetto al prelievo di sangue.

Stress via a suon di ginnastica

Di Francesca Fiorentino, www.enxerio.com

7918_combatti_stress_zoomAdditato spesso e volentieri come causa dei nostri malanni, lo stress è una delle caratteristiche dell’era moderna. Si corre, si va di fretta, gli obiettivi da raggiungere sono tanti, così come il timore di non riuscire a centrarli. Detto che il malessere legato ad una situazione del genere ha origini tutt’altro che facili da identificare, una buona soluzione per la “gestione” dello stress è l’attività fisica, almeno due ore e mezza la settimana, distribuite su almeno tre giorni. E si può (anzi, si deve) scegliere quello che si ama di più. Uno stile di vita meno sedentario, dunque, permette al corpo di superare anche un disagio psicologico: contribuisce a ridurre le tensioni muscolari, favorisce il riposo notturno, migliora l’ossigenazione alle cellule cerebrali, permette alle endorfine di essere rilasciate e stimola lo smaltimento di ormoni, come il cortisolo, che si sono accumulati in conseguenza dello stress. Vedere il proprio corpo più tonico dopo settimane e settimane di ginnastica, poi, non può che aumentare l’autostima. Basta iniziare con poco, venti minuti-mezz’ora, e aumentare via via la “dose” di movimento. Inoltre coloro che si dedicano con costanza all’attività fisica hanno un miglior controllo delle proprie emozioni e delle reazioni fisiologiche mediate dallo stress.

> Sms pericoloso? Ce lo dice un’applicazione

Di Francesca Fiorentino. www.enxerio.com

Forse non è la più geniale fra le idee, ma di certo la notizia di un’applicazione che ‘avvisa’ il possessore del cellulare della pericolosità di un sms, in termini di scocciatura, la dice lunga sui tempi che stiamo vivendo.

Una novità che verrà apprezzata dagli ansiosi cronici e più in generale da tutti coloro che tendono ad innervosirsi subito appena ascoltano il trillo dell’sms. L’App si chiama Stress Work e attraverso una colorazione specifica prepara la persona a ricevere il messaggino, in modo da non farsi trovare impreparato alla lettura del testo.

Se il contenuto è di quelli che possono indurre un crollo emotivo, il programma segnala il messaggino in rosso. In presenza di un sms innocuo il colore sarà il blu, mentre le buone notizie saranno caratterizzate dal verde. I creatori del programma sperano di rendere l’applicazione disponibile entro fine giugno su Android e per le altre piattaforme entro il prossimo anno accademico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: