Pasqua, preghiera interreligiosa a Milano

Fonte City Angels

01.uovo_.pasquaUn momento di fratellanza, di solidarietà, di pace e di spiritualità in Stazione Centrale, con i senzatetto che bivaccano intorno allo scalo ferroviario e che vengono aiutati dai City Angels: accadrà il 30 marzo, Sabato Santo, vigilia di Pasqua, davanti alla Stazione Centrale, nella corsia dei taxi, all’inizio di piazza Duca d’Aosta.

Si inizierà con la preghiera interreligiosa, con autorevoli esponenti di varie religioni, a sottolineare il nostro essere tutti figli dello stesso Padre, e quindi a cercare non le differenze, bensì i punti di contatto tra persone con fedi, etnie e opinioni diverse. Dalle 14,30 alle 15,00 pregheranno insieme:

Mons. Franco Buzzi, Prefetto della Biblioteca Ambrosiana;
Mohsen Mouelhi, Imam;
Dvora Ancona, esponente della Comunità ebraica milanese;
Julim Barbosa, Pastore della Chiesa evangelica pentecostale;
Martin Ibarra, Pastore della Chiesa evangelica battista;
Giuseppe Platone, Pastore della Chiesa evangelica valdese;
Traian Valdman, Arciprete della Chiesa ortodossa romena;
Padre Ambrogio Mahar, Sacerdote della Chiesa ortodossa russa.

La preghiera culminerà con il Padre nostro, recitato insieme da tutti gli esponenti religiosi e da tutti i presenti, tenendosi per mano.

Dopo la preghiera, alle 15,00, festa con distribuzione di colombe, uova di Pasqua e generi alimentari e bevande ai senzatetto musica di Giacomo Celentano, figlio di Adriano Celentano, cantautore cristiano, e di Salvatore Ranieri, detto Il cantante della Solidarietà. Saranno presenti Ivana Spagna, cantautrice e testimonial dei City Angels; Angelo Maria Perrino, direttore di Affaritaliani.it; Daniela Javarone, presidente degli Amici della lirica e madrina dei City Angels; e il loro presidente onorario, Giancarlo Giavardi.

”Invitiamo i milanesi a partecipare a questo momento di solidarietà e spiritualità – dice Mario Furlan, fondatore dei City Angels. – Venite, e portate un pensierino per un senzatetto: una colomba, o un uovo di Pasqua. E donateglielo, augurandogli buona Pasqua. Sarà un bel modo per vivere il vero spirito della Pasqua”

Milano, City Angels all’opera per proteggere gli homeless dal freddo

Fonte City Angels

city_stazione1_small Nevica. E i City Angels intensificano l’impegno a favore dei senzatetto. Oltre all’Angel bus, l’autobus dell’Atm, attivo attivo tutte le sere dal lunedì al venerdì, e all’unità mobile operativa il sabato sera e la domenica sera, ci sono le squadre di volontari in basco blu e giubba rossa che circolano per Milano a piedi, in cerca di clochard da aiutare.

Ogni sera i City Angels assistono oltre 300 senzatetto: 200-250 sulla strada e un centinaio tra il dormitorio maschile e Casa Silvana, la casa famiglia femminile. Inoltre sono una novantina le famiglie che si rivolgono regolarmente all’Associazione per avere cibo e vestiti. Per un totale di circa 400 persone assistite.

Con la neve e il freddo aumenta la richiesta. E i City Angels lanciano un appello ai milanesi: Portateci sacchi a pelo, coperte, giacconi pesanti da uomo, maglioni di lana da uomo. E anche berretti di lana, sciarpe e guanti.
“Pensavamo che il materiale raccolto sarebbe bastato per tutto l’inverno, invece in questi giorni ci siamo resi conti che ne abbiamo ancora bisogno” dice Mario Furlan, fondatore dei City Angels. Il materiale si può portare direttamente alla sede dell’Associazione, in via Teodosio 85, in zona Loreto. Dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 17. Il telefono è 0226809435.

MILANO PIU’ INSICURA? NON PER I CRIMINI, MA PER LA CRISI – Milano si è fatta una città più insicura? La nota del Console Usa ha suscitato dibattito sull’argomento. I City Angels, presenti ogni notte sulle strade, smentiscono che la città sia diventata più insicura. “Milano è certamente più sicura oggi di quanto non fosse negli anni Novanta, quando siamo nati; e non abbiamo notato particolari differenze negli ultimi anni – dice Furlan. – Ma c’è un’insicurezza che è cresciuta negli ultimi anni, e ancor più negli ultimi mesi: quella relativa al futuro. La crisi economica ha diffuso povertà e disoccupazione, e con esse paura e insicurezza. Paura di non farcela ad andare avanti, insicurezza riguardo alla possibilità di mantenere se stessi e la propria famiglia. Molte persone disoccupate o precarie vivono nell’incubo di finire sulla strada o in un dormitorio. Ci chiedono un lavoro, raramente riusciamo a offrirglielo”.

Milano, a Palazzo Marino premi dei City Angels ai Campioni di solidarietà

Fonte City Angels, www.cityangels.it 

city_stazione1_smallArriva alla dodicesima edizione il premio “Il campione”. Organizzato dall’associazione di volontariato dei City Angels con la collaborazione dell’Osservatorio giornalistico Mediawatch, premia “campioni” di solidarietà, legalità e civismo. Persone note e meno note che vivono quotidianamente senso civico ed etica, e che hanno dato un contributo positivo alla società. Accanto ai “campioni”, che quest’anno saranno dieci, verranno premiati cinque “campioncini”, ragazzi delle scuole Medie che si sono distinti per le loro opere di bene.

La giuria del Premio è composta dai Direttori di quattordici prestigiose testate giornalistiche italiane: Affaritaliani.it, Ansa, Avvenire, Corriere della Sera, DNews, la Gazzetta dello Sport, il Giornale,Il Giorno, Libero, Metro, la Repubblica, il Sole 24 Ore, la Stampa, TgCom24. Ogni “campione” verrà premiato da un Direttore, o da un suo rappresentante.

“Questi ‘campioni”’ ci sono di ispirazione in un momento difficile di crisi come questo, e ci rendono orgogliosi di essere italiani” dice Mario Furlan, fondatore dei City Angels e ideatore del Premio. Il Premio verrà ospitato dal Sindaco Giuliano Pisapia nella Sala Alessi di Palazzo Marino. “Anche quest’anno sono felice di partecipare a un evento che porta alla ribalta il bene, spesso nascosto – dice il Sindaco. – Apprezzo molto i City Angels, parte dell’Italia migliore; e questi vincitori sono degli ‘angeli’ senza divisa, con le ali nel cuore”.

Saranno presenti alla cerimonia del Premio, insieme con Furlan e con il Sindaco, due testimonial dei City Angels, i cantautori Alberto Fortis e Ivana Spagna; la Madrina dei City Angels, Daniela Javarone; il loro Presidente onorario, Giancarlo Giavardi; e il Presidente di Mediawatch, CarloVittorio Giovannelli. Nel Comitato d’onore del Premio, presenti in Sala Alessi, ci saranno gli assessori comunali Pierfrancesco Majorino e Pierfrancesco Maran; l’assessore provinciale Stefano Bolognini e il Presidente del Consiglio provinciale Bruno Dapei; il Presidente dell’Atm, Bruno Rota, e la Presidente di Milano Ristorazione, Gabriella Iacono; e numerosi consiglieri comunali, provinciali e regionali, personaggi della cultura, dello spettacolo e delle religioni vicini ai City Angels. Tra loro Andrèe Ruth Shammah, Direttore del Teatro Franco Parenti; Mons. Franco Buzzi, Prefetto della Biblioteca Ambrosiana; il portavoce della Comunità ebraica milanese, Daniele Nahum; il capogruppo Pd a Palazzo Marino, Carmela Rozza; il capogruppo Pdl, Carlo Masseroli, e il segretario cittadino del Partito, Giulio Gallera; l’attore e consigliere regionale Giulio Cavalli; il consigliere regionale Enrico Marcora. Condurrà il presentatore tv Cesare Cadeo.

Il premio si svolgerà dunque domani, giovedì 24 gennaio dalle 12 alle 13 nella Sala Alessi di Palazzo Marino.

Milano, il 6/1 la Befana dei clochard

Fonte City Angels

city_stazione1_smallUna festa della Befana anche per i senzatetto di Milano: domenica cento di loro pranzeranno nella mensa dell’hotel più lussuoso di Milano, il Principe di Savoia, adibita a festa per l’occasione.

Verranno serviti a tavola da alcuni volti noti, personaggi sensibili al sociale e amici dei City Angels, che indosseranno la pettorina dei City Angels: l’assessore ai Servizi sociali del Comune di Milano, Pierfrancesco Majorino; l’assessore provinciale alla Sicurezza, Stefano Bolognini; i consiglieri regionali Enrico Marcora e Fabio Pizzul; il conduttore televisivo Paolo Del Debbio; la psicologa Maria Rita Parsi; lo stilista Elio Fiorucci; la ginecologa Alessandra Kustermann; i direttori del Giorno, Ugo Cennamo, e di Affaritaliani.it, Angelo Maria Perrino; l’imprenditore Arturo Artom; la scrittrice Michi Gioia; il presentatore Cesare Cadeo; la madrina dei City Angels, Daniela Javarone; e il presidente onorario dei City Angels, Giancarlo Giavardi.

”Di solito i senzatetto stazionano fuori dal Principe di Savoia; stavolta saranno accolti nell’hotel come ospiti di riguardo, e loro ne sono felicissimi” dice Mario Furlan, fondatore dei City Angels. Che nell’occasione farà il punto della situazione dei senza fissa dimora sulle strade di Milano durante la stagione invernale.

L’appuntamento è per le ore 13,30 di domenica 6 gennaio all’Hotel Principe di Savoia, all’ingresso laterale di via Marco Polo, angolo via Galileo Galilei.

I City Angels gestiscono a Milano una casa famiglia femminile, Casa Silvana, dal 2007; e dallo scorso 21 dicembre un dormitorio maschile in via Mambretti, a Quarto Oggiaro, dove qualche giorno fa si è svolta una festa di Capodanno per i senzatetto.

City Angels, www.cityangels.it

Milano, i City Angels organizzano “Il Primo con gli Ultimi”

Fonte: City Angels, www.cityangels.it

city_stazione1_smallIl 1° (cioè il primo dell’anno) con gli ultimi (cioè con i senzatetto): si chiama così la festa che i City Angels organizzano nel dormitorio maschile di via Mambretti 33, alla Bovisa. Il dormitorio è stato loro assegnato dal Comune per la stagione fredda, e ospita ogni notte 55 senzatetto che cenano, dormono e fanno colazione.

Si inizierà alle ore 21 della sera di San Silvestro con il cenone, per proseguire fino alle ore piccole con la musica dal vivo della banda milanese “Giampy e Mody”. Tra balli e canti, a mezzanotte si brinderà all’anno nuovo, sperando che porti prosperità e serenità.

A Milano i City Angels gestiscono dal 2007 anche una casa famiglia femminile, Casa Silvana, che ospita 10 persone.
I milanesi sono invitati a partecipare telefonando al numero 0226809435 oppure scrivendo a cityangels@cityangels.it . Per iniziare l’anno all’insegna della solidarietà.

> City Angels, ad ottobre a Milano il via ai corsi

Fonte City Angels

Comincia in ottobre il corso di formazione per diventare volontari City Angels. E in questi giorni si tengono i colloqui di ammissione.

“Vogliamo volontari seri, equilibrati e motivati: per questo siamo molto selettivi” spiega Mario Furlan, che 18 anni fa ha fondato i City Angels, volontari di strada d’emergenza in basco blu e giubba rossa, in Stazione Centrale, a Milano. Oggi i suoi volontari sono presenti in 18 città italiane: da Roma a Torino, da Firenze a Venezia, da Cagliari a Taranto. In tutto 500 volontari, di cui un centinaio a Milano, la sede centrale.

I volontari sono per un terzo donne e per un quarto immigrati. L’età media è tra i 20 e i 45 anni. La loro missione umanitaria: aiutare cittadini in difficoltà, assistere i senzatetto, contrastare la criminalità. A Milano gli Angeli gestiscono tra l’altro una casa famiglia per donne senzatetto.

Dopo aver superato il colloquio psico-attitudinale l’aspirante Angelo frequenta un corso di formazione di dieci settimane con due lezioni serali settimanali della durata di 90 minuti l’una: una in sede e una in palestra. La sede è in via Teodosio 85, zona Loreto; la palestra è quella della Polizia locale, in via Boeri. In sede si imparano primo soccorso, psicologia, nozioni giuridiche e nozioni sulla grave emarginazione; in palestra tecniche di squadra (gli Angeli circolano in gruppi chiamati squadre) e autodifesa.

Al termine del corso il volontario deve superare un esame per diventare City Angel. In media su 10 persone che chiedono di diventare City Angels, 4 iniziano il corso e 2 superano l’esame finale.

A Milano i City Angels hanno ricevuto l’Ambrogino d’Oro, massimo riconoscimento cittadino.

Per avere informazioni sui corsi basta telefonare allo 0226809435 oppure scrivere a cityangels@cityangels.it. Il sito è www.cityangels.it

> I clochard di Milano a pranzo all’Hotel Principe di Savoia. Lunedì 20 gli ultimi al ristorante dei primi

Fonte City Angels, www.cityangels.it

Gli ultimi nell’hotel dei primi, per il pranzo di fine estate. Succederà lunedì 20 agosto, all’hotel cinque stelle lusso Principe di Savoia Dorchester Collection, in piazza Repubblica 17. Per un giorno l’hotel più lussuoso e prestigioso di Milano ospiterà oltre 100 senzatetto, selezionati dai volontari dei City Angels.

“I clochard sono emozionatissimi all’idea di mangiare in un albergo che è off-limits per la maggior parte delle persone, figuriamoci per loro” dice Mario Furlan, fondatore dei City Angels. Ed Ezio Indiani, direttore generale dell’hotel, afferma: “Sono entusiasta di poter ospitare al Principe di Savoia un evento di così alto profilo umano, mirato ad offrire un giorno indimenticabile a tante persone che si trovano in un momento di difficoltà. Ringrazio i City Angels per averci dato questa grande opportunità.”

Nell’occasione Furlan farà il punto di come sta andando l’estate degli ultimi a Milano. E di come questa estate di crisi sia molto diversa da quelle precedenti. Anche per i clochard e per le fasce deboli della popolazione. Agosto è il mese più difficile per i senzatetto: centri d’accoglienza spesso chiusi, assistenza del volontariato ridotta, difficoltà a reperire abbigliamento adatto. E durante il pranzo i clochard brinderanno alla fine dell’estate.

Il menu sarà all’altezza dell’hotel: penne di Gragnano “Fabbrica della pasta” con salsa di pachino, zucchine e basilico; noce di vitello al forno con timo, caponata di verdura e patata Chateau; bavarese alla vaniglia con coulis di fragole; caffè e biscottini. Niente alcolici, per evitare che qualche senzatetto possa ubriacarsi.

A servire i senzatetto alcuni personaggi noti: l’On. Michela Vittoria Brambilla, ex ministro del Turismo e leader del movimento animalista italiano; Pierfrancesco Maran, assessore comunale ai Trasporti; Ugo Cennamo, direttore del quotidiano Il Giorno; Mons. Franco Buzzi, prefetto della Biblioteca Ambrosiana, che porterà la sua benedizione; Narcisa Valencia Soria, console generale dell’Equador; Cesare Cadeo, presentatore televisivo; Dvora Ancona, medico estetico e chirurgo; Daniela Javarone, madrina dei City Angels e presidente degli Amici della lirica; e Giancarlo Giavardi, presidente onorario dei City Angels. Salvatore Ranieri, detto il Cantante della Solidarietà, intratterrà i presenti con la sua musica.

L’appuntamento è per le ore 12 del 20 agosto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: