Milano, sabato santo preghiera interreligiosa e festa di Pasqua con i clochard in Stazione Centrale

Fonte City Angels 

Stazione_Centrale_Milano_h200Una vigilia di Pasqua all’insegna della solidarietà con i senzatetto e della fratellanza tra religioni ed etnie: accadrà Sabato Santo, 19 aprile, in piazza Duca d’Aosta, davanti alla Stazione Centrale, vicino all’ingresso della metropolitana. Là dove ogni sera, da 20 anni, i City Angels assistono i clochard.

Si inizierà con la preghiera interreligiosa, con autorevoli esponenti di varie religioni. A sottolineare il nostro essere tutti figli dello stesso Padre, e quindi a cercare non le differenze, bensì i punti di contatto tra persone con fedi, etnie e opinioni diverse. Dalle 14,30 alle 15,00 pregheranno insieme:
Mons. Franco Buzzi, Prefetto della Biblioteca Ambrosiana;
Mohsen Mouelhi, Imam;
Davide Piccardo, presidente della Comunità Islamica Milanese (Caim);
Dvora Ancona, della Comunità ebraica milanese;
Julim Barbosa, Pastore della Chiesa evangelica pentecostale;
Anna Rosa Pereira, Pastore della Chiesa evangelica battista;
Giuseppe Platone, Pastore della Chiesa evangelica valdese;
Padre Ambrogio Mahar, Sacerdote della Chiesa ortodossa russa;
Alessio Menzica, dell’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai.

La preghiera culminerà con il Padre nostro, recitato insieme da tutti gli esponenti religiosi e da tutti i presenti, tenendosi per mano.
Dopo la preghiera, alle ore 15,00, festa con i piatti dello chef stellato Daniel Canzian e la musica di Giacomo Celentano, figlio di Adriano Celentano, cantautore cristiano. Sarà presente Daniela Javarone, madrina dei City Angel e presidente degli Amici della lirica.
”Invitiamo i milanesi a partecipare a questo momento di solidarietà e spiritualità – dice Mario Furlan, fondatore dei City Angels. – Venite, e portate un pensierino per un senzatetto: una colomba, o un uovo di Pasqua. E donateglielo, augurandogli buona Pasqua. Sarà un bel modo per vivere il vero spirito della festività”.

Per informazioni:
City Angels – Tel. 0226809435
www.cityangels.it 

Annunci

Milano, cresce l’inquinamento ambientale da farmaci

Di Francesca Fiorentino, www.enxerio.com

fiumi_inquinati_farmaci7E’ un fattore che quasi mai viene preso in considerazione, ma l’inquinamento ambientale da farmaci è uno dei mali che affliggono il nostro ecosistema; a detenere il poco invidiabile primato di città tra le più inquinate d’Europa è Milano, che condivide lo stesso destino di Parigi, Londra, Cracovia e del bacino della Ruhr in Germania. I dati relativi al capoluogo lombardo rappresentano oltretutto il 12% dei valori di tutta la Penisola.
Lo rivela una mappa pubblicata sulla rivista Environment International da un gruppo di ricercatori diretti da Rik Oldenkamp, del Dipartimento di Scienze ambientali dell’Università di Nijmegen (Olanda). Le due categorie prese in considerazione sono antibiotici e antitumorali, la cui presenza nei bacini idrici è massiccia. Colpa del non perfetto smaltimento legato al cattivo funzionamento dei sistemi fognari.
I risultati sono stati il frutto di una serie di esami che hanno tenuto conto della densità abitativa, dei dati sul consumo dei medicinali, di quelli relativi all raccolta differenziata e all’efficacia di sistemi di depurazione delle acque. Ancora non sono chiari i rischi di un’esposizione continua all’inquinamento da farmaci; a fare la differenza, infatti, è soprattutto il tipo di inquinante. L’antibiotico levofloxacina, i cui livelli sono particolarmente elevati in Italia, è infatti meno tossico della ciprofloxacina, più usata nella penisola balcanica. In ogni caso i possibili danni alla salute sarebbero circoscritti perché le concentrazioni rilevate nell’ambiente sono di gran lunga inferiori rispetto a quelle necessarie a determinare un effetto tossico sull’organismo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: