Salute Notizie 19 Giugno 2014

ospedale_bambin_gesuArriva dalle staminali la nuova tecnica per il trapianto di midollo da genitori a figli messa a punto dai ricercatori dell’Ospedale Bambin Gesù di Roma. La tecnica è stata sperimentata a oggi su 70 bambini affetti da leucemie e su una trentina di piccoli pazienti affetti da malattie rare come la talassemia, l’immunodeficienza severa, o l’anemia di Fanconi. Cnsiste nel ripulire le cellule staminali del donatore eliminando quelle cattive che causano le principali complicazioni, ma preservando una grande quantità di quelle buone che proteggono il paziente dalle infezioni.

“La salute della donna sarà al centro delle iniziative del semestre italiano UE”. Lo ha ribadito il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, che guiderà la commissione salute dell’Unione. All’inizio del mese di ottobre è in programma una Conferenza ministeriale dal titolo “La salute della donna: un approccio life-course”, della durata di due giorni, alla quale parteciperanno i Ministri della sanità dei vari Stati Membri dell’Unione europea.Per ogni tema si procederà alla presentazione dello stato dell’arte nell’Unione Europea, effettuando poi alcuni approfondimenti specifici.

I pronto soccorso del Veneto avranno i propri steward. A fornire questi servizi saranno oltre 400 figure professionali dipendenti (infermieri e Oss), per le quali inizia in questi giorni un importante percorso formativo che, coordinato dall’Ulss 9 di Treviso, interesserà tutte le Aziende sanitarie della Regione. Come disposto dalla Giunta regionale, gli steward dovranno assistere le persone nelle sale d’attesa e costituire di fatto un collegamento informativo tra l’area di cura e quella d’attesa riguardo ai tempi per ottenere l’assistenza collegati al codice assegnato all’arrivo, ai motivi di un’eventuale attesa prolungata, alle condizioni di parenti o amici sui quali si sta intervenendo.

AIL, da oggi in piazza le uova di pasqua della ricerca

Di Francesca Fiorentino, www.enxerio.com

le_uova_di_pasqua_ailSegnatevi queste tre date, 15, 16 e 17 marzo, perché tornano in quattromila piazze italiane le uova di Pasqua dell’Ail, l’Associazione italiana contro le leucemie, i linfomi e i mielomi. Basterà pagare un contributo minimo associativo di 12 euro per portarsi a casa un dolce che vale “doppio”; oltre a garantirci una buona dose di calorie da consumare senza troppi pensieri, si potrà sostenere la ricerca scientifica e finanziare Ginema (Gruppo italiano malattie ematologiche nell’adulto), associazione che da anni lavora per migliorare gli standard diagnostici e per garantire assistenza domiciliare ad adulti e bambini. Comprando un uovo di cioccolato Ail, inoltre, si supporterà il funzionamento dei centri di ematologia e di trapianto di cellule staminali, promuovendo la formazione e l’aggiornamento di medici, biologi, infermieri e tecnici di laboratorio. Per sapere qual è la piazza più vicina si può chiamare il numero 0670386013 oppure consultare il sito www.ail.it.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: