L’Italia è un paese per vecchi

il centenarioUscirà nelle nostre sale domani, 24 aprile, il film diretto da Felix Herngren, Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve (Eagle Pictures), tratto dall’omonimo romanzo di Jonas Jonasson; un best seller mondiale in cui si narrano le avventure di un neo centenario che, desideroso di tornare a vivere, fugge dalla casa di riposo in cui è ‘ricoverato’. Così facendo scopriamo la sua partecipazione agli eventi più importanti della storia contemporanea. Allan è un delizioso personaggio di fantasia, ma nel nostro paese sono sempre di più le persone che raggiungono il traguardo dei cento anni.

Secondo il Rapporto Osservasalute 2013, il numero degli ultracentenari è più che raddoppiato in 10 anni, passando da poco più di 6.100 nel 2002 a oltre 13.500 nel 2011. Il sesso forte sono le donne che rappresentano l’82,8% del totale. I valori regionali variano da un minimo dell’8,7% della Campania a un massimo di 13,1% della Liguria.

Il Rapporto rileva inoltre che si muore meno per tumori, malattie del sistema circolatorio, malattie dell’apparato digerente e cause di morte violenta, ma si muore di più per disturbi psichici e malattie nervose. Si noti poi l’aumento della percentuale di obesi, fenomeno che tocca purtroppo anche bambini e ragazzi. Meno di uno su quattro pratica uno sport in modo costante, mentre si registra una lieve riduzione dei sedentari. A ciò si aggiunga il fatto che si consumano poca frutta e verdura.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: