Acne, mangia bene, pelle bella

????????????????Superi l’età critica e credi di essere immune all’acne, invece l’acne tardiva si manifesta anche in chi non ne ha sofferto da giovane. Di chi è la colpa? Dello stress, dell’uso quotidiano di cosmetici sbagliati (e di detergenti troppo aggressivi, composti per la maggior parte da petrolati), fluttuazioni ormonali e via di seguito.
Cosa si può fare per arginare questo fastidioso problema? Semplice, mangiare bene, riducendo il consumo di quegli alimenti verso cui si è dimostrata una certa intolleranza, la cui assunzione provoca un’infiammazione.

Via libera ali alimenti ricchi in acidi grassi omega-3 (pesce azzurro e semi oleosi), stop a oltranza invece per gli acidi grassi omega 6 e i famigerati grassi idrogenati. Cosa c’è di meglio del pesce per nutrirsi senza appesantirsi? Mangiamolo tre volte a settimana, consumandolo con cotture leggere e usando olio a crudo. Da limitare anche latte e latticini, facendo particolare attenzione a leggere bene le etichette dei cibi insospettabili, che potrebbero contenere sostanze come il lattosio (gli affettati impacchettati, ad esempio, ricchi anche di zuccheri non richiesti).

L’acne si aggrava anche a fronte di picchi glicemici, quindi il consiglio è di non assumere prodotti con alto carico glicemico (farine e zuccheri raffinati ad esempio). Come vedete, il tanto vituperato cioccolato è assente dall’elenco dei cibi da vietare, questo perché un pezzetto di ottimo cioccolato fondente non è affatto pericoloso.

Anche qui vale quanto detto sopra: leggete bene l’etichetta, un buon prodotto deve avere una quantità di massa di cacao superiore allo zucchero. Se il primo ingrediente nell’elenco è “sugar”, riponete la tavoletta al suo posto e preferitene un’altra, magari all’85%.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: