Cellulari, quando il troppo stroppia

Di Francesca Fiorentino, www.enxerio.com

cellulariEssere connessi 24 ore su 24 non è certo sinonimo di felicità; usare troppo il telefonino fa diventare ansiosi e meno felici e riduce sensibilmente la resa accademica degli studenti.
Lo dimostra uno studio condotto su un campione di 500 da ragazzi dalla Kent State University (Ohio) e pubblicato da Computers in Human Behavior.
Gli studiosi dell’ateneo americano hanno presentato un campionario dedicato alla quantità di ore passate al cellulare o con lo smartphone. I dati raccolti sono stati incrociati con quelli relativi al grado di felicità, soddisfazione e livelli di ansia e con i risultati ottenuti a scuola.
Più aumentava il tempo trascorso a usare il cellulare, più crescevano i livelli di ansia e di insoddisfazione, non solo ma l’uso del cellulare incideva negativamente sui voti conseguiti. Vale quindi il discorso che facciamo sempre in questi casi; il telefonino è fondamentale per comunicare e interagire con gli altri, ma diventa nocivo quando favorisce l’isolamento, aumentando la deconcentrazione, lo stress l’ansia, concludono i ricercatori.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: