Come aumentare l’autostima nei tuoi figli

Un guest post di Giancarlo Fornei, www.giancarlofornei.com

Foto di Giancarlo ForneiCara mamma, non esistono ricette magiche per aumentare l’autostima nei propri figli, ma solo il costante rispetto di alcune regole che dovrebbero essere applicate sin dalla tenera età dei bambini.
Eccoti due (banali, ma pratiche) regole per aumentare l’autostima nei tuoi figli…

Regola n° 1, evita di lavorare con la negazione “non” sulle sue convinzioni.

Tipico di molti genitori apostrofare i bambini con frasi del tipo:
a) ma sei proprio un imbecille, non capisci nulla;
b) stupido, non ne fai mai una buona;
c) come al solito non capisci nulla.
Se usi frasi di questi tipo nei confronti di tuo figlio, non soltanto non alimenti per nulla la sua autostima, ma contribuisci a distruggergliela.
Sono certo che non lo fai apposta, ma devo avvisarti che a forza di sentirsi ripetere certe frasi, il rischio che il bambino finisca per crederci è molto alto.

Si chiuderà sempre più a riccio, convinto di non valere nulla.

In psicologia si parla di retaggio mentale: probabilmente i tuoi genitori lo hanno fatto con te, e tu, a tua volta, lo fai con tuo figlio, senza accorgertene.

Fai uno sforzo e inverti il sistema, applicando la seconda regola.

Regola n° 2, usa una linguistica motivante con tuo figlio.

So che non è facile, ma tu devi provarci, e dire al bambino semplicemente che “può” farcela.

Rafforza le sue convinzioni e rafforzerai anche la sua autostima.

Ripetigli continuamente frasi di questo tipo:
a) hai sbagliato, ma non importa, mamma è convinta che puoi farcela;
b) dai, anche se oggi non hai vinto, mamma è fiera di te;
c) stai tranquillo, adesso vediamo cosa non hai capito e mamma prova a rispiegartelo.
Queste sono frasi motivanti e potenzianti, che fanno capire al bambino che anche se ha sbagliato in qualcosa, non è successo nulla di irreparabile e può ancora farcela.

Usando queste due banali regole, che sono semplicemente “l’una l’incontrario dell’altra”, rafforzerai le convinzioni di tuo figlio e alla lunga, aumenterai la sua autostima.

Dunque, aumentare l’autostima nei propri figli è più facile di quanto potessi immaginare…

Il vero problema, il tuo “nemico”, sarà l’inconstanza, tipica di molte persone.
Più sarai costante nell’usare le frasi potenzianti al posto di quelle limitanti, più l’autostima di tuo figlio aumenterà.

Nel 2011 ho pubblicato, con la Bruno Editore di Roma “Pensiero positivo per bambini“, forse, uno degli ebook più belli che abbia mai scritto.

In quell’ebook, trovi moltissimi consigli utili e pratici per aiutare tuo figlio a crescere con una sana autostima.

Per qualsiasi domanda, scrivimi a info@giancarlofornei.com .

Un abbraccio e Buon Natale!

Giancarlo Fornei

Cantare in coro favorisce il relax…

Un guest post di Giancarlo Fornei, www.giancarlofornei.com

Foto di Giancarlo ForneiDopo una giornata di tensioni e impegni di lavoro, corse contro il tempo e magari qualche “rospo” da ingoiare tra famiglia e ufficio, che cosa ci può essere di meglio di poter cantare a squarciagola permettendo alla propria anima di “ruggire”?

Cantare, infatti, fa sfogare, rilassa, fa migliorare l’autostima e l’umore perché sviluppa l’endorfina, l’ormone della felicità.

Migliora anche a postura perché fa rilassare le spalle, induce a sorridere, quindi muove i muscoli del viso favorendone la tonicità, fa rendere al bello (il canto è melodia) cioè mette di buonumore.

E non richiede sempre la perfezione: basta far scaturire potente l’espressione del cuore, dando voce a felicità, energia repressa, voglia di riscatto, e tutto il corpo ne beneficerà procurando una condizione di benessere generale.

Tratto da un articolo su Viversani & Belli, 16/11/12

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: