Film, “Kung Fu Panda 3”, di Alessando Carloni e Jennifer Yuh

Kung-Fu-Panda-3-Second-Teaser-PosterA cura di  Francesca Fiorentino

Sgombriamo subito il campo: delle polemiche scatenate da Adinolfi non scriveremo nella nostra recensione di Kung Fu Panda 3. Se volete approfondire, potrete soddisfare la vostra curiosità altrove.

Kung fu Panda su Amazon.it

Qui parleremo invece di quanto sia delizioso questo terzo capitolo della saga di Po, il goffo panda da cui dipende il destino dell’umanità. Ormai giunto alla piena maturità, il dolce plantigrade scopre di essere un maestro designato, quella figura solenne e saggia che insegna e tramanda il kung fu alle generazioni future.

Non sarà facile per il guerriero del dragone accogliere il compito che gli è stato affidato, perché ancora non riesce a riconoscersi una propria forza. E poi perché all’orizzonte si intravede uno spirito malvagio, Kai, che vuol rubare l’energia di tutti i maestri.

E se vorrà proteggere tutti coloro che ama, dovrà imparare a tirar fuori il meglio da loro. Il nostro eroe riuscirà nell’impresa grazie ai suoi due papà, l’oca che lo ha adottato fin da cucciolo e il padre naturale, Lai, che lo ritrova dopo anni e lo riporta nel villaggio natio.

I bambini adorano Po perché è un eroe sui generis. Egli scopre il coraggio di volta in volta e ogni prova lo rende più forte. Ancor più forte che nei precedenti capitoli emerge netto il discorso sull’identità del protagonista, che si rafforza nel rapporto con gli altri (gli abitanti del suo villaggio) e con le due figure genitoriali.

Bellissimo visivamente, con dei poetici inserti raccontati con stile grafico grezzo, quasi fossero le illustrazioni di un vecchio libro di fiabe, Kung Fu Panda 3 è un film ideale per grandi e bambini. Da vedere.

Annunci

Uk, stagista 15enne scopre un nuovo pianeta

Fai un passo avanti

TelescopioUn giovane stagista della Keele University, il 15enne Tom Wagg, ha individuato un nuovo pianeta quando ha notato l’oscuramento di un punto luminoso di una stella.  Il pianeta è stato chiamato WASP-142b ed è distante 1000 anni luce dalla Terra; presenta le stesse dimensioni di Giove ed orbita attorno alla propria stella in soli due giorni. Grazie a questa scoperta, il ragazzo ha ricevuto dall’Università tutta la strumentazione necessaria per verificare che si tratti realmente di un pianeta.

View original post

Film, “Wild” di Jean Marc Vallée

vallee_wild

I film di Jean Marc Vallée su Amazon.it

Cheryl è una donna in crisi. Distrutta dalla morte della madre, con un matrimonio finito a causa delle sue infedeltà e della dipendenza dalla droga, decide di porre fine a quel limbo di sofferenza attraversando a piedi la Pacific Crest Trail in quello che diventa un viaggio tanto massacrante a livello fisico, quanto illuminante da quello “spirituale”.

Tratto dal best seller dell’autobiografa della Strayed, Wild – Una storia selvaggia di avventura e rinascita, diretto dal talentuoso regista canadese Jean-Marc Vallée, noto al grande pubblico per Dallas Buyers Club, è un film che non sembra andare al di là di un’emotività quasi imposta allo spettatore, un’opera che fatica a decollare e che non sempre ci permette di allinearci ai pensieri tumultuosi della protagonista, la brava Reese Witherspoon, nominata agli Oscar come migliore attrice assieme all’altra interprete femminile, Laura Dern (la madre di Cheryl).

Sceneggiato dallo scrittore inglese Nick Hornby, il film ci riserva dei momenti intensi e viscerali, ma restano imprigionati in una struttura troppo artefatta e algida. Certo che si rimane affascinati dall’avventura umana di una donna contro corrente, spesso in balia di venti contrari, ma resta tutto in superficie e si dimentica facilmente.

Salute Notizie 17 Giugno 2014

codaconsIl Codacons si schiera contro la decisione presa dal Servizio Sanitario Nazionale di somministrare un vaccino esavalente al posto di quello quadrivalente riconosciuto dalla legge. In una nota ufficiale l’organizzazione dei consumatori annuncia la decisione del Tribunale di Torino, che ha scelto di accogliere il suo ricorso. Il Gip Gianni Macchioni ha scelto di proseguire le indagini nonostante la richiesta di archiviazione giunga dalla Procura. Codacons ritiene che somministrare il vaccino esavalente possa creare danni ai bambini mentre sul piano economico “comporta un evidente spreco di soldi pubblici pari a 114 milioni di euro all’anno”.

Secondo l’ultimo National Diabetes Statistics Report, si calcola che attualmente siano 29,1 milioni gli americani con diabete, di cui 8,1 milioni ancora non diagnosticati. Appena 4 anni fa, i diabetici stelle e strisce erano 18,8 milioni, di cui 7 milioni non diagnosticati. Secondo le ultime statistiche, oggi in America, una persona su quattro sopra i 65 anni ha il diabete. Per quanto riguarda invece la condizione di prediabete, con le statistiche ferme al 2012, si stima che siano 86 milioni gli americani ultra-20enni, affetti da questa condizione, mentre oltre la soglia dei 65 anni, presenta una condizione di prediabete un americano su due.

Presentato ufficialmente, presso la sede del Centro Missionario Medicinali di Firenze, il progetto ‘Un farmaco può salvare una vita’. L’ obiettivo è quello ridurre lo spreco di medicinali tra la popolazione e trasformare i farmaci da potenziali rifiuti in strumenti salvavita. Sul territorio del comune di Firenze sono stati installati 30 box per la raccolta dei farmaci, nelle sedi di Misericordie, Pubbliche Assistenze, ospedali, ambulatori Asl.Per il 2014, il progetto vuole estendersi, grazie a un’informazione capillare che verrà svolta nelle farmacie.

 

 

Salute Notizie 11 Giugno 2014

caloreIl Ministero della salute lancia la campagna annuale contro le ondate di calore. E’ già attivo (e lo sarà fino al 15 settembre 2014) il Sistema nazionale che permette la previsione, sorveglianza e prevenzione. Dislocato in 27 città italiane consente di individuare, dal lunedì al venerdì, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche che possono avere un impatto significativo sulla salute dei soggetti vulnerabili. In base a questi modelli vengono elaborati dei bollettini giornalieri per ogni città, in cui sono comunicati i possibili effetti sulla salute delle condizioni meteorologiche previste a 24, 48 e 72 ore. I bollettini sono pubblicati sul portale istituzionale del Ministero e sono diffusi quotidianamente ai Centri di riferimento locali individuati dalle Amministrazioni competenti.

“Un sistema sanzionatorio particolarmente vessatorio nei confronti di Aziende sanitarie ed ospedaliere, oltre che di difficile applicazione, in quanto non tiene conto della scarsa liquidità di cassa e del divieto di oltrepassare il limite previsto per l’indebitamento”. Sono questi i rilievi di fondo mossi da Fiaso, la Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere, al decreto legge n.66 del 24 aprile scorso che detta norme sul monitoraggio dei debiti della Pa, prevedendo tempi più stringenti di pagamento e l’obbligo di tenuta del registro delle fatture. Più in generale, sui tempi di pagamento, per Fiaso appare comunque “inutile puntare su un sistema sanzionatorio particolarmente vessatorio nei confronti delle pubbliche amministrazioni di fatto attribuendo loro la responsabilità per i ritardati pagamenti ai fornitori. ”

Per misurare la felicità di una coppia sposata basta vedere come dorme. Lo afferma una ricerca americana che ha messo in luce come un rapporto d’amore soddisfacente si traduce in un sonno migliore e in sincronia tra i due partner. Lo studio è stato condotto dai ricercatori dell’Università di Pittsburgh e presentato alla conferenza Sleep 2014. Si analizza la vita coniugale di un campione di 46 coppie sposate scoprendo che quelle che si dichiaravano maggiormente soddisfatte del matrimonio erano anche quelle in cui vi era maggiore sincronia negli orari in cui si dormiva ma anche nei momenti in cui si entrava nelle diversi fasi del sonno In particolare sembra che si dorma in sincronia quando è la moglie particolarmente soddisfatta della relazione.

Film, Corpo celeste

corpo_celeste_rohrwacherIl film è disponibile su Amazon.it

Il giurato Nicolas Winding Refn ha pianto, la presidentessa di giuria, Jane Campion, si è sentita dentro al film. Per Alice Rohrwacher aver partecipato in concorso alla 67.ma edizione del Festival di Cannes con Le meraviglie è stato un vero trionfo che l’ha portata a conquistare il prestigioso Grand Prix della Giuria, riconoscimento secondo solo alla Palma d’Oro.

E’ sbocciata l’autrice toscana, confermandosi come una delle più intelligenti e originali autrici italiane. Un talento che seppur acerbo si era già mostrato nella sua opera prima, Corpo celeste, presentata sempre a Cannes nel 2011, ma nella sezione Quinzaine des Realisateurs.

E’ la storia di Marta, una ragazzina di tredici anni che lascia la Svizzera per trasferirsi con madre e sorella a Reggio Calabria, città dei genitori. Vive con disagio il confronto con quel microcosmo arcaico, intriso di una religiosità che quasi sfocia nella superstizione, un conflitto che si acuisce quando per Marta arriva il momento di prepararsi alla Cresima.

Forte ed evocativo nelle immagini, il film della Rohrwacher segue con delicatezza il percorso di crescita di questa ragazza (Yle Vianello, bravissima) e nello stesso tempo non risparmia qualche critica ironica e  pungente ad una società sfilacciata, abbagliata dal miraggio del successo televisivo e sempre più anonima.

 

Film, Sirene

sirene

Il film è disponibile su Amazon.it

Attore tra i più amati (e mai troppo valorizzati), Bob Hoskins ci lascia a 71 anni per una polmonite. Lo vogliamo ricordare parlandovi di un film conosciuto, Sirene, che forse non è tra le più grandi opere della storia del cinema ma che riesce a scaldare il cuore ogni volta che lo si vede.

Hoskins è Lou Landsky, titolare di un negozio di scarpe in un piccolo centro americano degli anni ’60. Si innamora, ricambiato, della sensuale Rachel Flax, piacente madre single di due figlie deliziose, Charlotte, timorata di Dio per opposizione ad una madre abituata a rompere ogni regola e Kate, una bambina vitale e simpatica che adora il nuoto.

Abituate a non avere una figura paterna di riferimento, le due si affezionano subito a Lou e Rachel deve lottare con sé stessa per ammettere di essere finalmente legata a quell’uomo simpatico e rassicurante.

Diretto dall’onesto Richard Benjamin, il film è forse una delle vette del cinema ‘medio’ degli anni ’90, trascinato dalla vitalità di Cher, reduce dai trionfi di Stregata dalla luna e dalla bellezza della giovanissima Wynona Rider. Un piccolo cult da vedere e rivedere per apprezzare la simpatia di una storia ben scritta e per ritrovare il talento vero di un grande attore.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: