Uomini e donne, la bellezza ci unisce

massaggiUomoLa parità dei sessi? E’ un concetto talmente vasto e dalle implicazioni così profonde, che è difficile riuscire a parlarne senza sembrare superficiali, tuttavia, approfittando del clima di leggerezza che ci viene concesso dall’estate e dalle vacanze, possiamo tentare un approccio meno problematico e più divertito. Come? Parlandovi della parità estetica tra maschi e femmine. Secondo un’indagine condotta dalla International Spa Association (ISPA) e dalla Mintel, sono il 47% gli uomini che frequentano con profitto centri bellezza e Spa in tutto il mondo.  Dunque non sono solo le donne ad avere a cuore il proprio aspetto fisico, ma sono tantissimi gli uomini che lottano contro pori dilatati e peli superflui. Non ci crederete (o forse sì, vista la crescita esponenziale di uomini che girano per le strade cittadine con sopracciglia ad ala di gabbiano), ma i servizi più richiesti sono le maschere agli occhi e al viso, cerette alla schiena e al torace ma anche l’eliminazione della peluria da naso e orecchie. Per finire, un bel massaggio al corpo e manicure e pedicure impeccabili.

Alzheimer, test individuerebbe la malattia prima della manifestazione

adult helping senior in hospitalUna patologia grave come l’Alzheimer non è sconvolge solo la vita dei malati, ma anche quella dei familiari delle persone che si ammalano. Ecco perché qualunque notizia legata alla possibilità di una cura o di prevenzione della malattia viene sempre salutata con un cauto ottimismo. L’ultimo aggiornamento sul versante della prevenzione è legato ad un sofisticato test di diagnosi precoce, fatto attraverso un normale prelievo del sangue, che stani la malattia al suo esordio, quando ancora essa non presenta alcun sintomo.

Uno studio britannico, condotto dai ricercatori di Oxford e pubblicato su Alzheimer’s & Dementia, ha dimostrato che nel sangue di persone predisposte all’Alzheimer siano presenti delle proteine con anni di anticipo rispetto alla manifestazione della malattia. Lo studio condotto su un campione di 452 persone sane, 220 con declino cognitivo lieve e 476 con l’Alzheimer, si è rivelato esatto nell’87% dei casi.

Fino ad oggi la maggior parte delle sperimentazioni iniziate tra 2002 e 2012 per prevenire o curare l’Alzheimer, sono fallite miseramente per il 96%; questo perché i pazienti entrano a far parte dei trial clinici con la malattia in fase avanzata e sintomi già presenti. Se l’Alzheimer ha il suo esordio almeno 10 anni prima della comparsa dei primi sintomi, è giusto poter individuare la futura malattia con anni di anticipo al fine di poter valorizzare appieno le sperimentazioni. Il test in questione dovrà essere ora convalidato su un campione maggiore di persone.

Nasce a Brescia l’Università del Benessere

Brescia Universit Brescia UniversitUn accordo storico, quello siglato tra l’Università degli Studi di Brescia (USB) e il Ministero della Salute, che trasforma l’ateneo lombardo in un precursore degli studi sul benessere. Il progetto Health&Wealth (salute e ricchezza) è il primo mai visto in un’università europea e si focalizza su aree di intervento come longevità e ambiente, tecnologie biomediche e stili di vita. Health and Wealth nasce con lo scopo di stabilire una profonda connessione tra la salute, e lo studio di essa, con realtà non prettamente sanitarie.
Tra gli obiettivi della piattaforma, l’implementazione di programmi sulla cultura del benessere delle persone nell’ambiente, facendo interagire tra loro Medicina, Economia, Giurisprudenza e Ingegneria. Particolarmente interessante, poi, la creazione di corsi ad hoc per la formazione di nuove figure professionali, come manager che sappiano promuovere il progresso del Paese.

Emergenze, in arrivo in numero unico europeo

numeri-utiliAnche in Italia sarà possibile accedere al sistema europeo di numeri verdi. E’ quanto stabilito dal Patto per la Salute sottoscritto da Governo e Regioni; in sostanza ogni cittadino dell’UE potrà utilizzare da qualunque paese e in qualunque momento, il 112, per pronto soccorso,Vigili del Fuoco e forze dell’ordine e il 116117 per il servizio di guardia medica per le cure non urgenti.
Dunque, una bella rivoluzione per gli utenti che potranno utilizzare un numero unico (valido ovunque e che accorpa 113, 118 e 115) per le emergenze, separato unicamente da quello che connette alla Guardia Medica. Al momento non è chiaro come sarà organizzato il servizio e quando questo sistema sarà pronto. Da parte dell’associazione dei Medici si registra un cauto ottimismo al riguardo, “Sì ai nuovi numeri purché non siano solo un’operazione di facciata“, si legge in una nota.

Pelle, scoperti i super recettori olfattivi

I 5 sensi - Five sensesSecondo uno studio effettuato da un gruppo di scienziati tedeschi, la cute possiederebbe un recettore olfattivo che, opportunamente stimolato, può facilitare la rigenerazione della pelle e la guarigione delle ferite. I ricercatori della università della Ruhr, in collaborazione con i colleghi della Munster University, hanno così esaminato l’azione del recettore OR2AT4, a quanto pare particolarmente sensibile all’aroma di legno di sandalo, un’essenza tra le più usate in profumeria. In sostanza, i recettori olfattivi non sono presenti solo nel naso, ma anche in altre parti del corpo, come negli spermatozoi, nella prostata, nell’intestino e nel fegato; l’equipe medica teutonica ha scoperto la presenza di queste particolari calamite proteiche anche sui cheratinociti, ovvero le cellule epidermiche. Questa scoperta potrebbe dare il via ad una serie di sperimentazioni in campo cosmetico per poter creare delle creme o delle lozioni in grado di aiutare al pelle ad auto rigenerarsi, con la stimolazione di questi recettori.

Carciofi, studio italiano dimostra la loro efficacia contro il mesotelioma

carciofiSi parla spesso dell’utilità e dell’importanza dell’assunzione costante delle verdure nella nostra dieta; non ci stupisce quindi che un ortaggio come il carciofo possegga delle qualità incontrovertibili, caratteristiche che potrebbero rivelarsi fondamentali nella lotta contro patologie oncologiche di una certa impostanza. Uno studio condotto dall’Istituto Regina Elena di Roma e dalla canadese McMaster University vuol dimostrare l’efficacia del carciofo nella cura del mesotelioma, una grave forma di tumore causato dall’amianto, che ogni anno colpisce circa 2000 persone. Il progetto, presentato in occasione del Workshop internazionale su metabolismo, dieta e malattie croniche, è stato interamente strutturato in Italia, paese in cui l’incidenza di questo tipo di cancro, collegato all’esposizione da amianto, è in continua crescita. Lo studio dunque sperimenterà per la prima volta al mondo la chemioprevenzione con una sostanza naturale e dal costo contenuto. Qualora l’intuizione dell’equipe medica si rivelasse fondate, si tratterebbe di un risultato epocale e rivoluzionario.

Vacanze, attenzione alla dieta dei bambini

obesitàNon si è mai troppo prudenti quando si tratta della salute dei nostri figli, per questo quando ci confrontiamo con notizie relative alla cattiva alimentazione dei bambini la preoccupazione cresce. A quanto pare, infatti, il periodo estivo sembra essere un tour de force dannoso per tutti loro. Secondo quanto reso da noto da uno studio condotto alla Harvard School of Public Health, alla chiusura delle scuole i bambini ingrassano. Lo studio, che è stato pubblicato sulla rivista Preventing Chronic Disease ed è stato condotto dalla dottoressa Rebecca Franckle, si basa sulla revisione di dati relativi a sette precedenti ricerche sull’argomento. Una di queste dimostrava che la crescita dell’indice di massa corporea dei bambini raddoppia in estate rispetto all’andamento durante l’anno scolastico.

Sarebbe tutta colpa del consumo dei gelati che cresce a dismisura e dalla noia legata all’ozio. Senza i ritmi dettati dalla scuola, si è più propensi, insomma, a mangiare snack, e senza movimento, preferendo una partita a Playstation ad una bella corsa, i chili si accumulano. Naturalmente non va snaturato il periodo di meritato riposo, obbligando il bambino ad orari precisi, ma incrementare l’attività fisica è certamente una misura da prendere, magari con delle nuotate al mare o in piscina o con delle lunghe corse in bici. E magari, farlo insieme a loro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: