Libri, “La televisione italiana delle origini”

In collaborazione con Radio Animati, www.radioanimati.it

Il volume è disponibile su Amazon.it

penati_focolare_elettronicoLa televisione fa il suo ingresso nelle case degli italiani alla metà degli anni Cinquanta accolta da un clima ambivalente, sospeso fra toni miracolistici d’entusiasmo e sentimenti di diffidenza e sospetto. La percezione netta era quella di un cambiamento di portata epocale proprio perché coinvolgeva lo spazio intimo e privato della casa.

Proprio di questo momento si occupa Cecilia Penati nel volume che vi proponiamo oggi, intitolato “Televisione italiana delle origini e culture di visione”, pubblicato da Vita e Pensiero. Attraverso l’analisi di un composito mosaico di fonti, che va dall’iconografia pubblicitaria dell’epoca ai discorsi conservati nella stampa popolare, dai primi quiz della Rai alle testimonianze dei primi spettatori televisivi, Cecilia Penati ricostruisce la storia culturale della diffusione domestica della televisione in Italia.

La ricerca porta un contributo italiano a una tradizione ben radicata nel panorama internazionale. Il testo documenta come il percorso storico di ambientamento della televisione nella sua ‘nicchia’ per eccellenza, lo spazio domestico, sia stato molto meno scontato di quanto si potrebbe credere a un primo sguardo.

Si esplorano le principali ‘culture di visione’ che hanno caratterizzato la fase ‘archeologica’ del medium, approfondendo le ritualità legate a un utilizzo anche  collettivo nei luoghi pubblici, ricostruendo gli interventi della Rai e dei marchi di elettronica di consumo per rendere il televisore quello che è oggi, un elettrodomestico.

Info David Di Luca
http://w http://faiunpassoavanti.wordpress.com/

One Response to Libri, “La televisione italiana delle origini”

  1. wwayne says:

    Adesso in tv sto guardando solo i Robinson. K2 (canale 41 del digitale terrestre) li trasmette tutti i giorni dalle 22 in poi, e io almeno una puntata al giorno non me la faccio mai mancare. E’ stupefacente constatare come, ad oltre 20 anni da quando sono stati girati, gli episodi di quel telefilm siano ancora perfettamente godibili: non succede quasi mai con le serie comiche, di solito sono quelle che invecchiano prima e peggio.
    Evidentemente i Robinson si sono mantenuti bene e hanno resistito meglio perché c’era dietro un genio comico assoluto, il grande Bill Cosby, e un cast di grande talento e in perfetta sintonia con lui.
    Fino a qualche mese fa guardavo anche Happy Days, ma poi quest’ Estate SKY ha deciso di rimuoverlo dalla programmazione. Adesso ha ricominciato a trasmetterlo, ma all’ una di notte, il che equivale a non programmarlo. E’ un vero peccato che SKY non creda in questa serie, perché é un telefilm di notevole spessore. Anche le ultime stagioni, quelle che secondo molti fan sono i peggiori della serie, sono comunque di buona (quando non ottima) qualità. E poi diciamocelo, Fonzie ha un tale carisma che non importa se tutto il resto é scialbo, basta metterlo sulla scena e hai già creato uno spettacolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: