Film: Il mio vicino Totoro

Di Francesca Fiorentino

Il film è disponibile su Amazon.it

totoroTorna a Venezia dopo aver conquistato un Leone d’Oro alla carriera nel 2005 (tre anni dopo al Lido presentò in concorso anche Ponyo sulla scogliera); Hayao Miyazaki è probabilmente il più grande regista d’animazione in vita e alla veneranda età di 72 anni è pronto ad una nuova sfida, una pellicola intitolata The Wind Rises che verrà svelata proprio in questi giorni, durante la 70.ma edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, dove sarà in lizza per il Leone d’Oro. E già si parla di ennesimo capolavoro.

La storia, che in parte è ispirata alla vita del regista, racconta la vicenda di Jirō Horikoshi, l’ingegnere aeronautico che durante la Seconda Guerra Mondiale progettò numerosi aerei da combattimento utilizzati dai giapponesi nelle azioni di guerra contro gli americani, tra i quali il Mitsubishi A6M, utilizzato nell’attacco di Pearl Harbor; il giovane studente di ingegneria incontrerà e amerà una dolce ragazza, Naoko, una pittrice che vive sulla propria pelle la tragedia della guerra.

L’opera si presenta dunque come un concentrato dei grandi amori dell’autore nipponico: la passione per l’aviazione (suo padre possedeva una fabbrica di componenti aerei), il grande rispetto per la natura, la delicatezza nel tratteggiare le storie d’amore tra giovani, femminismo e pacifismo.

Creatore dello studio Ghibli, la factory d’animazione più importante del mondo, e autore di capolavori come La città incantata (vincitore dell’Oscar), Miyazaki è colui a cui ogni buon disegnatore guarda per trarre ispirazione.

Nella sua non sterminata produzione vi segnaliamo un piccolo gioiello, Il mio vicino Totoro, tenerissima fiaba che coniuga mito e storia, datata 1988. Due sorelline, provate dalla malattia della madre, riescono a non soccombere all’angoscia grazie ad un personaggio adorabile, Totoro, un gigantesco spirito della foresta che le aiuta in un momento difficile della loro crescita. Da vedere a cadenza settimanale, credeteci.

Annunci

Armiamoci e camminiamo!

Di Francesca Fiorentino, www.enxerio.com 

camminare2E’ pratico, è salutare, è utile. Stiamo parlando di camminare, una semplice attività che però può proteggerci da malattie gravi come ipertensione e diabete. Secondo una ricerca condotta dall’Imperial College di Londra, andare a lavoro sfruttando l’energia delle proprie gambe riduce almeno del 40% il rischio di queste patologie rispetto a chi sceglie l’automobile. I ricercatori hanno usato dati relativi a 20 mila britannici, notando che chi si recava a lavoro in bici aveva un rischio dimezzato di ammalarsi di diabete e ipertensione e che anche prediligere i mezzi pubblici e andare a piedi aveva i suoi benefici rispetto all’uso del mezzo privato o del taxi. Qualunque sia l’attività scelta, basta che alla base ci sia un po’ di movimento da introdurre quotidianamente e regolarmente.

Giancarlo Fornei: nella vita bisogna osare, senza aver paura di sbagliare o di fare una brutta figura!

Un guesti post di Giancarlo Fornei, www.giancarlofornei.com

Foto di Giancarlo ForneiNella vita bisogna imparare ad osare, senza aver paura di sbagliare o di fare una brutta figura.

Io oso spesso: talvolta mi va bene, talvolta mi va male.

Anche questa settimana, proprio prima di ferragosto ho “osato”,scrivendo al noto giornalista Salvatore Carrubba.

Se non lo conosci, sappi che è stato direttore della Fondazione“Luigi Einaudi per gli studi di politica ed economia di Roma.

Direttore responsabile del quotidiano “Il Sole 24 ore”, di cui è attualmente editorialista.

Assessore della cultura del comune di Milano sotto la Giunta Albertini.

Professore di politiche per la cultura all’Università IULM di Milano.

Insomma: una persona colta e importante!

Non ti nascondo che mentre gli scrivevo una email per presentargli il mio ultimo libro, una “vocina interna” mi ripeteva: “Ma tanto non ti risponde…”.

Poi, ho azzerato la voce e fatto partire l’email!

Mi sono detto che nella peggiore delle ipotesi non mi avrebbe risposto, ma che sarei rimasto ugualmente vivo.

Invece, Salvatore Carrubba mi ha risposto e invitato a inviargli una copia del mio libro, scrivendomi che lo avrebbe letto molto volentieri.

Indipendentemente da come andrà a finire, è l’ennesima dimostrazione che nella vita bisogna osare, senza aver paura di sbagliare o di fare una brutta figura.

Al Dottor Carrubba il mio sentito “Grazie”, ancor prima che legga il libro, per il tempo che mi ha dedicato e per la gentilezza nel rispondermi.

E’ la dimostrazione che le “grandi” persone, sono spesso più avvicinabili dei comuni mortali. E forse, proprio perché sono così alla portata di mano… sono grandi.

Per quanto mi riguarda, ho dedicato l’intero secondo capitolo del mio ultimo libro al concetto di “osare” e oltre all’esempio di cui sopra, potrei raccontare la storia di molte persone “importanti” e considerate da molti “inavvicinabili”, che mi hanno risposto.

Fidati di me: leggi il mio ultimo libro “Come vivere alla grande” e osa!

E tu, hai mai osato nella tua vita?

Giancarlo Fornei
Formatore Motivazionale, Scrittore & Mental Coach
“Il Coach delle Donne”

Aglio, aiuto contro il tumore ai polmoni

Di Francesca Fiorentino, www.enxerio.com 

aglioE dire che ci sono persone che non amano l’aglio per via del suo sapore un po’ forte…questo frutto della natura, invece, possiede doti che neanche il suo olezzo persistente può mettere in secondo piano; oltre ad avere proprietà antisettiche riconosciute ed essere attivo contro la pressione alta, l’aglio è un aiuto in più contro il cancro al polmone. E’ quanto emerge da una ricerca cinese, dello Jiangsu Provincial Centre for Disease Control and Prevention, pubblicata online sulla rivista Cancer Prevention Research. Gli studiosi hanno analizzato le abitudini alimentari di 1424 pazienti malati di cancro al polmone comparandole a quelle di 4500 adulti in salute, rilevando che in coloro che mangiavano aglio crudo con regolarità il rischio di sviluppare la malattia risultava ridotto, anche in caso di comportamenti a rischio come quello del fumo di sigaretta (in questo caso il rischio dalla metà risultava ridotto del 30%). Siete avvisati.

Mercoledì 28 agosto, alle 21,00, Giancarlo Fornei è a Vada (Livorno), all’Hotel Residence Stella del Mare, con una sua conferenza gratuita!

Un guest post di Giancarlo Fornei, www.giancarlofornei.com 

Foto di Giancarlo ForneiMercoledì 28 agosto, alle 21,00, Giancarlo Fornei ti aspetta all’Hotel Residence Stella del Mare, con una sua conferenza gratuita.

Presenterà il suo ultimo libro “Come vivere alla grande” e risponderà a tutte le domande dei presenti.

La conferenza è ad ingresso gratuito, ma è gradita la prenotazione allo 0586/770.115 o 770.121 (risponde la reception della struttura).

Giancarlo Fornei ringrazia Massimo Sobrini e tutta la sua gentile famiglia, per la disponibilità ad ospitare la sua conferenza. Saluta e ringrazia anche l’amico e direttore della struttura, Andrea Biondi.

Hotel Residence Stella del Mare – Via Sardegna, 15 – Località La Mazzanta (tra Vada e Cecina) – Livorno, Toscana. Info: 0586/770.115 – 770.121.

Cibo, arriva il registro per tutelare il Made in Italy

Di Francesca Fiorentino, www.enxerio.com 

ingedienti pasta e pomodoroL’Italia è la nazione dalle mille ricchezze e risorse, prima fra tutte la gastronomia con una quantità sterminata di prodotti di grande qualità, spesso copiati (e copiati male).

Proprio per difenderci dagli assalti di questo tipo e per proteggere il vero Made in Italy sono state vagliate una serie di misure per rafforzare i controlli in questo settore, a partire dall’istituzione del nuovo Sistema Informativo Veterinario per la Sicurezza Alimentare (Sinvsa), una sorta di database nazionale.

In questa banca dati nazionale è prevista l’iscrizione di tutti gli operatori del settore alimentare che producono, commercializzano, distribuiscono o immettono in commercio alimenti, mangimi e materiali a contatto, operanti sul territorio.

Ferie d’agosto, allergia non ti conosco

Di Francesca Fiorentino, www.enxerio.com 

ALLERGIE ALIMENTARIPer molti le vacanze stanno per finire, per altri invece sta per arrivare il tanto sospirato rompete le righe; le ferie vanno vissute in assoluta tranquillità, soprattutto dal punto di vista della salute. Ecco quindi un breve vademecum adatto a chi soffre di allergie. Chi dovesse seguire un regime alimentare ben preciso dovrebbe avere con sé una lista degli alimenti, compresi quelli che si possono usare come sostituti, giusto per non farsi trovare alla sprovvista davanti a opulenti buffet in albergo. Se andate all’estero, quindi, informatevi prima di partire sulla preparazione dei cibi, poiché in certi casi alimenti a cui si è allergici o semplicemente intolleranti possono essere tipici di una particolare gastronomia (e non si vuole passare le vacanze a digiuno….). Utile il kit di primo soccorso, con tanto di adrenalina e farmaco a base di cortisone nel caso la persona avesse già subito in passato choc anafilattico. Altra dritta, si può anche chiedere all’allergologo di tradurre il certificato di cui già si dispone e per non sbagliare è sempre meglio indicare il principio attivo di cui si ha bisogno. E poi naturalmente, buone vacanze in sicurezza!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: