Ginnastica e settimana enigmistica, così il cervello vive di più

Di Francesca Fiorentino. www.enxerio.com

Ci sono solo due attività che preservano la nostra corteccia cerebrale dall’assottigliamento che provoca il decadimento intellettivo: fare ginnastica e mantenere allenato il cervello con letture e altre simili azioni. Lo dimostra uno studio effettuato dall’Università di Edimburgo attraverso una nuovissima tecnica chiamata trattografia, una particolare risonanza magnetica che riesce a seguire anche la più microscopica delle fibre nervose. La ricerca, pubblicata su Neurology, dimostra che in chi aveva effettuato attività fisica, aveva integre sei importanti aree cerebrali. I 691 soggetti che hanno partecipato allo studio, durato per 11 anni, hanno sempre datto attenzione nella loro vita (tutti classe 1936) allo sport, dimostrando una buona capacità cognitiva. Non solo lo sport ha contrastato il declino correlato all’età, ma ha anche impedito la perdita di massa cerebrale in quelli colpiti da un ictus. Gli stessi risultati si ottengono anche con esercizi mnemonici specifici, come dimostra invece lo studio italiano dell’Università Gabriele D’Annunzio di Chieti/Pescara, insieme con i colleghi dell’Università di Enna e con quelli belgi dell’Università di Leuven. Basta infatti una blanda stimolazione del cervello con le parole crociate o la musica per mantenere attive le connessioni cerebrali, soprattutto in aree cognitive chiave, come la corteccia cingolare posteriore o la prefrontale mediale. Un piccolo sforzo, insomma, può servire per ottenere un grande

Info David Di Luca
http://w http://faiunpassoavanti.wordpress.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: