Osteoporosi, in aumento i casi anche tra gli uomini.

Di Francesca Fiorentino. www.enxerio.com

L’osteoporosi, ossia la fragilità ossea, è una patologia che si sta diffondendo a macchia d’olio, anche tra gli uomini, normalmente non colpiti da questa malattia prettamente femminile. Non solo, ma sta scendendo l’età dell’insorgenza dei primi segnali. Secondo i dati emersi dal recente studio FIRMO (First Italian Road Map for Osteoporosis), condotto dal l’omonima Fondazione su circa 7mila persone, nel nostro paese una donna su cinque è osteoporotica prima dei sessant’anni. Questo è la diretta conseguenza di un’alimentazione che scarseggia in calcio. Inoltre si passa meno tempo all’aperto e si fa meno sport. Altro problema da non sottovalutare è il fatto che molte fratture da osteoporosi non sono riconosciute come tali dai medici di medicina generale e perfino dagli specialisti. Ecco perché la mineralometria ossea diventa necessaria per stabilire il grado di diffusione della patologia. In quel caso per correre ai ripari si dovrebbero assumere regolarmente farmaci in grado di ridurre il riassorbimento del tessuto osseo o promuoverne la formazione. Il punto è che sono rimborsabili soltanto nei casi che gli specialisti giudicano ormai gravi. Il costo della terapia va dai 20-50 euro al mese fino ai 6mila euro l’anno per la teriparatide. Non si avverte l’efficacia nell’immediato ma a lungo termine sì. Per questo i paziente vanno motivati fortemente a prenderli con regolarità.

Info David Di Luca
http://w http://faiunpassoavanti.wordpress.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: