> Un pompelmo per amico

Di Francesca Fiorentino, www.enxerio.com

Preoccupati dalla prova costume? Non esageriamo e prendiamo la cosa dal verso giusto, anche perché di diete dimagranti miracolose è piena la storia e non è detto che sia un record invidiabile. Molti di questi strettissimi regimi alimentari infatti sono stati sostenuti più dalla moda che non da una vera efficacia.

Come la dieta del pompelmo, ad esempio, di cui già si discuteva negli anni Trenta, soprattutto a Hollyood e dintorni. Bisogna dare a Cesare quel che è di Cesare, il pompelmo è un frutto i cui oli essenziali sono tra i più potenti ed efficaci in circolazione per le sue capacità antisettiche e per la stimolazione del sistema immunitario, tuttavia le reali potenzialità dimagranti dell’agrume sono da verificare.

A raccogliere la sfida sono stati i ricercatore dell’Università dell’Arizona di Tucson che si sono chiesti anche se il consumo di questo frutto possa influenzare i grassi che circolano nel sangue e la pressione arteriosa. Gli studiosi hanno testato 74 adulti sovrappeso od obesi sottoposti a una dieta di preparazione di tre settimane, in cui dovevano restringere il consumo di frutta e verdura più ricche in composti bioattivi, elementi protettivi della salute cardiovascolare, al fine di considerare nella maniera più esatta eventuali benefici legati ad un maggior consumo di pompelmo.

Dopo questa fase iniziale infatti i volontari sono stati divisi in due gruppi, il primo ha continuato con lo stesso regime dietetico, il secondo doveva aggiungere alla dieta mezzo pompelmo rosa tre volte al giorno, un quarto d’ora prima dei pasti. Ebbene, dopo sei settimane, la perdita di peso del secondo raggruppamento si è rivelata modesta ma sono diminuiti nettamente la circonferenza vita, la pressione massima e i livelli di colesterolo cattivo. Ce n’è abbastanza per dire che il pompelmo consumato in giusta quantità può contribuire a regolarizzare la salute cardiovascolare. Tutto questo grazie a due sostanze, esperetina e naringenina, due flavanoni, un sottogruppo dei flavonoidi, che bloccano la formazione di placche aterosclerotiche.

Info David Di Luca
http://w http://faiunpassoavanti.wordpress.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: