Tachicardia, come tenere a bada il cuore che corre troppo

Fonte: www.naturaebenessere.it

Tra i disturbi cardiaci più diffusi c’è la tachicardia, ovvero un’accelerazione del battito cardiaco, con aumento delle pulsazioni oltre i 90 battiti al minuto. Si tratta di un problema relativamente comune che, fino ai 50-55 anni, può essere fastidioso ma non necessariamente grave.

Tra i fattori determinanti c’è l’assunzione di caffè, tè (sostanze eccitanti, quindi) e il fumo di sigaretta. Un’altro motivo di tachicardia può essere l’ipertiroidismo, ossia la sindrome derivante dall’eccesso di ormoni tiroidei nel circolo ematico. La tachicardia può non essere grave in sè ma lo diventa in relazione alla situazione. Nel caso di tachicardia sopraventricolare parossistica, o quella provocata dal caffè e dall’alcol, ci sono piccoli accrgimenti per limitare il fenomeno. Tossire o trattenere il respiro per un minuto, immergere la testa nell’acqua fredda o massaggiare la carotide, l’arteria situata sul lato del collo.

Se queste misure non sono sufficienti, il medico (che va assolutamente consultato) prescrive dei farmaci che rallentano la frequenza cardiaca. Quando insorga fin dall’adolescenza può essere dovuta a difetti congeniti che vanno studiati attentamente.

Info David Di Luca
http://w http://faiunpassoavanti.wordpress.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: