Saldi, al via il 2 gennaio ma c’è il rischio flop

Secondo il Codacons i saldi invernali in partenza il 2 gennaio saranno “un flop e faranno registrare riduzioni degli acquisti comprese tra il 10 e il 20% specie nelle grandi città”.

Tutto questo per l’eccessiva vicinanza alle festività natalizie che hanno già prodotto uno svuotamento dei portafogli degli italiani. C’è poi un eccessivo livello dei prezzi specie nel settore dell’abbigliamento e delle calzature, che nonostante i saldi, registrerà listini troppo elevati. Secondo Telefono Blu, l’intenzione media di spesa è di poco superiore (come dato medio) ai 280 euro.

Ma quali sono le regole per evitare truffe e raggiri? Tenete a mente questo decalogo:
1. Conservate sempre lo scontrino
2. Le vendite devono essere realmente di fine stagione.
3. Confrontate i prezzi fra più negozi
4. Cercate di avere le idee chiare sulle spese da fare prima di entrare in negozio.
5. Diffidate degli sconti superiori al 50%.
6. Servitevi nei negozi di fiducia.
7. Sulla merce è obbligatorio il cartellino che indica il vecchio prezzo, quello nuovo ed il valore percentuale dello sconto applicato.
8. La prova dei capi non è obbligatoria, ma è a discrezione del negoziante.
9. Nei negozi che espongono in vetrina l’adesivo della carta di credito o del bancomat, il commerciante è obbligato ad accettare queste forme di pagamento anche per i saldi.
10. Se pensate di avere preso una fregatura potete rivolgervi all’Ufficio Comunale per il commercio o ai Vigili Urbani.

Gli italiani tornano a sognare in grande per il 2010

Fonte: www.regali-di-natale.net

Anno nuovo, vita nuova. Meglio se la vita nuova comincia subito. Dopo la crisi degli ultimi mesi, gli italiani hanno voglia di tornare a sognare in grande. E’ quanto emerge da uno studio promosso da BocconiTrovato&Partners e realizzato attraverso 508 interviste a un campione rappresentativo di Italiani e Italiane tra i 14 e i 45 anni.

Se ai primi posti rimane la soddisfazione di bisogni concreti (casa e lavoro su tutti), al loro fianco tornano i sogni con la “s” maiuscola. Il 38% degli intervistati desidera infatti fare il giro del mondo a bordo di jet privati o panfili di lusso, il 21% vorrebbe mettersi al volante di una Ferrari.

In buona sostanza, il 61% afferma che se bisogna sognare tanto vale farlo in grande: tra questi il 38% vorrebbe viaggiare verso mete esclusive e con trattamento da vip, il 21% vorrebbe un nuovo arredamento per la propria casa firmato da un grande designer, il 17% un oggetto tecnologico come un grande televisore ultrapiatto di ultima generazione o un impianto hi-fi super. In bocca al lupo a tutti!!!!!

Siti da non perdere:AlVerde.net

Di David Di Luca, http://www.enxerio.com/david

Oggi vi voglio segnalare uno di quei siti che è bene visitare a cadenza periodica, perchè vi si trovano ottime idee su come provare a monetizzare il proprio blog. Per esperienza, so che poi tutto va testato e personalizzato: non esiste una ricetta magica uguale per tutti. Per questo un buon numero di idee già bell’e pronte non è male.

www.alverde.net

Milano, i clochard brindano al nuovo anno al ristorante con angeli e assessori

Fonte: www.cityangels.it

Anche i senzatetto brinderanno al nuovo anno. Nel ristorante Da Gennaro, il locale spesso frequentato da personalità politiche del Comune di Milano e da persone famose. Ma lunedì 4 gennaio i primi serviranno gli ultimi; saranno infatti gli assessori a servire a tavola i clochard. E brinderanno con loro al nuovo anno.

Tra i presenti nell’inedita veste di camerieri, in divisa da City Angel, gli assessori comunali Mariolina Moioli e Andrea Mascaretti; l’assessore provinciale Stefano Bolognini; e l’assessore regionale Stefano Maullu.
I clochard, un centinaio, arriveranno alle ore 12 al ristorante Da Gennaro, in via Santa Radegonda 14 (accanto alla Rinascente). Il pranzo è offerto dal ristorante.

Nell’occasione Mario Furlan, fondatore dei City Angels, farà il punto della situazione dell’emergenza freddo e preannuncerà i progetti della sua Associazione per il 2010.

Il Natale dei bambini, si spende di più a Milano

Fonte: www.regali-di-natale.net

Si spende il doppio per i figli piccoli rispetto a quelli grandi e si spende di più a Milano che a Roma e Napoli. Sono alcuni dei dati diffusi dalla Camera di Commercio di Milano sulle spese di Natale in base a un sondaggio su 805 cittadini dei tre capoluoghi. Per i figli in media va via un settimo (14,9%) di tutta la spesa per le feste, 42 euro su 280 circa. Che sale a circa 60 euro quando si tratta di famiglie con bambini piccoli: il 22,3% di tutta la spesa natalizia rispetto al 10% degli acquisti destinati dai genitori ai figli maggiorenni.

E’ più alta la spesa per i figli a Milano, 42 euro in media contro 31 di Roma e 38 di Napoli. Ma i napoletani spendono di più per i regali dei figli maggiorenni, 12,4% di tutta la spesa del Natale contro il 10% circa di milanesi e romani. Più alta a Milano la quota di spesa per i bambini, 22% contro 21% a Napoli e 18% a Roma.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: