Saldi, al via il 2 gennaio ma c’è il rischio flop

Secondo il Codacons i saldi invernali in partenza il 2 gennaio saranno “un flop e faranno registrare riduzioni degli acquisti comprese tra il 10 e il 20% specie nelle grandi città”.

Tutto questo per l’eccessiva vicinanza alle festività natalizie che hanno già prodotto uno svuotamento dei portafogli degli italiani. C’è poi un eccessivo livello dei prezzi specie nel settore dell’abbigliamento e delle calzature, che nonostante i saldi, registrerà listini troppo elevati. Secondo Telefono Blu, l’intenzione media di spesa è di poco superiore (come dato medio) ai 280 euro.

Ma quali sono le regole per evitare truffe e raggiri? Tenete a mente questo decalogo:
1. Conservate sempre lo scontrino
2. Le vendite devono essere realmente di fine stagione.
3. Confrontate i prezzi fra più negozi
4. Cercate di avere le idee chiare sulle spese da fare prima di entrare in negozio.
5. Diffidate degli sconti superiori al 50%.
6. Servitevi nei negozi di fiducia.
7. Sulla merce è obbligatorio il cartellino che indica il vecchio prezzo, quello nuovo ed il valore percentuale dello sconto applicato.
8. La prova dei capi non è obbligatoria, ma è a discrezione del negoziante.
9. Nei negozi che espongono in vetrina l’adesivo della carta di credito o del bancomat, il commerciante è obbligato ad accettare queste forme di pagamento anche per i saldi.
10. Se pensate di avere preso una fregatura potete rivolgervi all’Ufficio Comunale per il commercio o ai Vigili Urbani.

Info David Di Luca
http://w http://faiunpassoavanti.wordpress.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: