Parlare col corpo aumenta la comprensione

Fonte: www.naturaebenessere.it

Potremmo dire che noi italiani siamo avvantaggiati rispetto ad altre popoli; ci piace parlare ed accompagnare le nostre parole con gesti delle mani e “smorfie” particolari. Un’abitudine che si rivela col tempo una strategia comunicativa vincente. E lo dimostrano i test fatti dall’equipe di neuroscienziati della Cornell University di New York secondo cui osservando una persona che accompagna a un racconto movimenti esplicativi si mettono in moto le stesse aree del cervello legate alla comunicazione, con aumento dei picchi nell’attività cerebrale.

I ricercatori hanno lavorato con dodici adulti, sottoponendoli per quattro volte all’ascolto di una favola di Esopo letta da una donna. In tre casi il racconto è stato accompagnato anche da un video in cui l’attrice arricchiva la lettura con gesti e movimenti. Dopo aver analizzato i tempi di risposta allo stimolo del cervello, raccolti tramite una risonanza magnetica, i medici hanno riscontrato una crescita sensibile dell’attività cerebrale, in corrispondenza del racconto mimato.

Ad essere stimolate, le aree del cervello che controllano la pianificazione e l’esecuzione delle azioni e quelle legate alla comprensione linguistica. Proprio per questo, nel caso del racconto mimato, l’area di Broca, deputata alla produzione del linguaggio, mostra una diminuzione dell’attività; altre parti del cervello preposte alla comunicazione gestuale lavorano di più.

Info David Di Luca
http://w http://faiunpassoavanti.wordpress.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: