Piccolo Radiocronista

Un racconto dell’amico Carlo Salvadori

Anni Sessanta, un magazzino stretto e lungo in via Empolese 43 a Sovigliana di Vinci; sopra, l’abitazione. Gli scaffali verdi contenevano le pezze di stoffa. Tutte bianche, candide come la vita che inizia. Accanto, nell’angusta stanzetta con tavolino, i bottoni servivano al bambino d’allora per interminabili partite a calcio, vinte sempre dalla Grande Inter. Franca Mancioli, l’unica operaia interna (il termine è però riduttivo) della ditta Salvador di Emilio Salvadori, col fondamentale appoggio della moglie Giovanna Vignozzi, vi spediva il loro figlio quando intralciava il suo lavoro di tagliatrice al banco di legno chiaro, piallato da nonno Giovanni. Le rifiniture erano di nonna Ilaria, l’eterno sorriso sotto dolcissimi occhi azzurri.

I gessetti per tracciare i contorni dei modelli erano l’altro divertimento del piccolo radiocronista. Viola, rossi, verdi, la bramosia infantile di vedere il segno: “Franchina, mi fai gessare?”. Arrivavano le donne con il telo – lo chiamavano così – degli impermeabili cuciti. Scioglievano il nodo ed uscivano i berberi, l’inglese non era diffuso, decisivi nel successo delle confezioni. La favola del ‘capo’ in nylon, semplice e a buon prezzo poi finì e l’azienda artigiana soviglianese chiuse negli anni Ottanta per mancanza di continuatori in famiglia. Questa tesi sentimentale sulla storia degli impermeabili di Empoli, dedicata a tutti coloro che non hanno accettato un colore diverso dal bianco, era quasi improponibile. Ma l’idealista si aggrappa a tale avverbio per soddisfare l’egoismo della coscienza.

Info David Di Luca
http://w http://faiunpassoavanti.wordpress.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: