Ma le donne amano ancora essere corteggiate?

Un guest post di Giancarlo Fornei, www.giancarlofornei.com

Giancarlo_ForneiL’altro giorno ero a Pistoia, in Toscana, ed ho rivisto con piacere Alberto, un ex allievo avuto nei miei corsi di formazione sulla comunicazione.

Abbiamo preso un caffè insieme e parlato per almeno trenta minuti. Ad un certo punto, sconsolato, mi dice queste testuali parole:

“Caro Giancarlo, non ci sono più le donne di una volta. Mi ricordo che si facevano corteggiare con piacere ed era bello far loro la corte. Oggi fare la corte non va più di moda, sembra che alle donne non interessi più”.

Personalmente non condivido affatto il pensiero di Alberto e credo che le donne amino ancora essere corteggiate. Magari non tutte, anche se sono convinto che alla maggior parte faccia immensamente piacere essere corteggiate da un uomo.

Sarà perché sono un romantico, ma trovo che regalare un mazzo di rose rosse sia ancora uno dei gesti più belli che si possa fare nei confronti di una donna.

Sono anche convinto che oltre ad essere un bel gesto, sia anche particolarmente apprezzato dalle stesse donne. Così come è sicuramente apprezzato invitare la donna a cena.

Corteggiare una donna non è per nulla “obsoleto” o da “vecchi”, come può pensare qualcuno e non necessariamente deve essere quello di altri tempi.

Posso corteggiare una donna anche semplicemente guardandola negli occhi.
Posso corteggiarla ascoltandola con attenzione e partecipando alle sue emozioni.
Posso corteggiarla dedicandole attenzioni speciali.
Posso corteggiarla persino con strumenti innovativi quali la chat, la posta elettronica o un semplice sms.

No, caro Alberto. Il corteggiamento è più vivo che mai e sono certo che la maggior parte delle donne ama ancora essere corteggiata.

Il corteggiamento è un momento bellissimo, da vivere con intensità. Ed anche la donna più emancipata ama essere sedotta e affascinata. Vuole essere inseguita, cercata, valorizzata. Corteggiata, appunto.

Piuttosto, mi dirai, esiste un problema inverso: “Ma dove sono gli uomini che sanno corteggiare una donna?”

La maggior parte dei maschietti di oggi non è capace a corteggiare una donna e pensa che sia tempo sprecato, “correndo dritto” al dunque.

Dammi retta, puoi raggiungere il tuo obiettivo, qualunque esso sia, anche imparando a corteggiare una donna e posso garantirti che sarà molto più affascinante per entrambi.

Se sei un uomo, trovi delle informazioni molto interessanti nel sesto capitolo del mio nuovo libro sulle donne, dove oltre a parlare di corteggiamento, racconto anche come le donne amano essere sedotte.

E se sei convinto come Alberto che le donne non amano essere più corteggiate, possiamo sempre chiederlo a loro.

Un grande abbraccio e lasciami un commento al post.

Giancarlo Fornei
Formatore Motivazionale e Mental Coach
“Il Coach delle Donne”

Autore di:

Penso Positivo,
Donne In Crisi,
e dell’Audio Corso Autostima per Donne

About these ads

Info David Di Luca
http://www.enxerio.com/david

3 Responses to Ma le donne amano ancora essere corteggiate?

  1. Fabiana Del Torto scrive:

    Buon giorno Giancarlo, buon giorno Alberto, ma soprattutto buon giorno all’UOMO,

    la DONNA ama, ama come l’uomo. Alla pari, con passione, rispetto e armonia.
    Non ci sono manuali che insegnino a corteggiare, quello che vale per un individuo senz’altro non vale per tutti. Nell’interagire fra due esseri si accende un desiderio, una volontà, un contatto con l’Anima che è dettato dal retaggio individuale, culturale, religioso, sensibile, un tessuto emotivo che è la somma della nostra storia per questo ogni individuo è un’isola a se. E parlo di “isola” perchè non ci deve essere la volontà al manipolare, allo schiacchiare e a gestire con supremazia un compagno/a ma a vederlo alla pari, rispettando i suoi lati positivi ma soprattuto accettando le sue mancanze e le sue debolezze. Soprattutto. Amare quindi è profondità e impegno, in una costruzione a due attenta e delicata, senza regole, senza schemi, lasciando parlare il vero amore: quello incondizionato. E’ accettazione.
    La donna si fa corteggiare certo, se non sente di essere soffocata o usata, l’uomo … che tiri fuori la voglia di impegnarsi, come in un tango argentino, il gioco dei ruoli è fondamentale: l’UOMO conduce con sicurezza carismatica, seduce con un soffio leggero, e la DONNA si lascia portare, si abbandona a lui con fiducia. La passione attende, ma senza pestarci i piedi reciprocamente.
    Un saluto caro da una DONNA che ama e sta ancora imparando ad amare,
    Fabiana

  2. davidone1967 scrive:

    Bel pensiero, Fabiana. Soprattutto mi è piaciuto il concetto del “non pestarsi i piedi”. Un abbraccio, D.

  3. Pingback: Post Parade Novembre 2009 « La strategia della Cipolla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.064 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: